CASA MADDI




Riscopre la tradizionale coltivazione dei “Fasuli Quarantini” prodotto tipico della Piana del Dragone di Volturara Irpina. Adottando metodi rigorosamente naturali, il Quarantino nasce mantenendo inalterate le sue caratteristiche organolettiche conservando il sapore e la particolare consistenza tenera e farinosa.

I “Fasuli Quarantini” sono dei fagioli bianchi di forma tondeggiante a pezzatura medio-piccola particolarmente saporiti e di ottima consistenza nella cottura. Impiegano 40 giorni alla maturazione e da questo ne deriva il nome.

Coltivato da sempre in queste terre, rappresenta un tesoro del territorio, per la sua tipicità e per l’alto potere nutritivo di cui è dotato. Sin dagli avi i Quarantini sono coltivati in coltura promiscua con il granturco che ha funzione di sostegno per lo sviluppo della pianta.

La Mission

La riscoperta dei Fasuli Quarantini coltivati, ancora oggi, in maniera totalmente naturale.

 
 

I nostri fagioli

I “Fasuli Quarantini” sono dei fagioli bianchi di forma tondeggiante a pezzatura medio-piccola particolarmente saporiti e di ottima consistenza nella cottura.

Caratteristiche della varietà
Chiamati Quarantini perché impiegano 40 giorni per maturare, sono dei fagioli bianchi di forma tondeggiante a pezzatura medio-piccola, a buccia sottile e pasta morbida. Particolarmente saporiti e di ottima consistenza alla cottura.

Territorio
Sono presenti nell’Alta e Media Valle del Calore, nelle aree collinari della Piana del Dragone di Volturara Irpina (AV).

Seme
Locale, riprodotto e conservato dai coltivatori del territorio, la semina avviene nel mese di maggio.

Coltivazione
I fagioli quarantini sono coltivati in coltura promiscua con il granturco, che ha la funzione di sostegno per lo sviluppo della pianta che è ad accrescimento indeterminato, e ne utilizza l’azoto fissato dai tubercoli radicali per la fertilità. Le fertilizzazioni vengono effettuate prima della semina utilizzando letami di allevatori locali.

Gestione del suolo
Lavorazioni superficiali per contenere lo sviluppo di erbe infestanti. Diserbo: manuale – Trattamenti: non effettuati

Irrigazione naturale
La nebbia fitta presente in primavera, in autunno e talvolta anche nel periodo estivo a causa del fenomeno dell’inversione termica con notti lunghe, cielo sereno e aria calma, si estende su tutta la vallata favorendo l’irrigazione naturale del terreno.

Raccolta e post raccolta
Da agosto a settembre la raccolta viene eseguita a mano, cogliendo i baccelli maturi; si lasciano seccare per circa 7 giorni, e poi si esegue la battitura manuale per sgusciare i fagioli. Infine si esegue la pulitura manuale per eliminare le impurità.

Consigli d’uso
Prima dell’uso si consiglia un controllo visivo, per togliere eventuali impurità residue e lasciare in ammollo per 12 ore circa. Ottimo da solo, semplicemente lessato e condito con olio extravergine di oliva ed erbe aromatiche; oppure per la preparazione di condimenti per la pasta..

Le confezioni

Fagioli Quarantini di Volturara Irpina.

I presidi sono protetti da Slow Food che tutelano piccole produzioni di qaulità da
salvaguardare, realizzate secondo pratiche tradizionali.